giovedì 20 aprile 2017

RECENSIONE | "Guida (poco) pratica a Hogwarts" di J.K. Rowling

Ciao patatini! Come state? Come va la vostra settimana? La mia bene, peccato solo per il vento ventoso che sta tirando qui da qualche giorno. Oggi voglio proporvi la recensione di un libro mooolto corto ma molto carino: Guida (poco) pratica a Hogwarts di J.K. Rowling.

Guida (poco) pratica a Hogwarts
di J.K. Rowling
Ed: Pottermore
Ebook: 2.99 euro

Pottermore Presents è una raccolta di brani scritti da J.K. Rowling tratti dagli archivi di Pottermore: brevi letture pubblicate originariamente su pottermore.com. Questi eBook curati da Pottermore approfondiscono le storie di Harry Potter, svelando le fonti di ispirazione di J.K. Rowling, gli intricati dettagli delle vite dei personaggi e alcune sorprese del mondo magico.
Questa guida (poco) pratica a Hogwarts trascina il lettore nella famosa Scuola di Magia e Stregoneria. Pagina dopo pagina, esploreremo il parco del castello, incontreremo degli inquilini di lunga data, approfondiremo alcune materie e scopriremo antichi segreti.
 
 
Molto bello!

Un libro di questo tipo non ha bisogno di molte parole, quindi questa recensione sarà piuttosto breve. Si tratta di un libro carino: non meraviglioso, ma carino. Dico questo perché in realtà in queste pagine non si dice nulla di più di quello che si può trovare su Pottermore. Basta avere un account e aver fatto il percorso lungo i vari capitoli dei libri per sapere tutto ciò che questo libro raccoglie. Di fatto, si spendono tre euro di ebook per informazioni che si possono tranquillamente avere gratis.

Lo stile è pieno stile Rowling: piacevole, allegro, molto serio nel dire cose buffe, perciò è una piacevolissima lettura che tra l'altro occupa sì e no un'ora del nostro tempo, quindi non è certo un mattone. Inoltre, per i fissati come me, che devono avere tutto ciò che la Rowling produce (anche la lista della spesa), è effettivamente bello possederlo anche se solo in formato digitale.

Tuttavia ne sconsiglio l'acquisto se non siete particolarmente appassionati: vi basta fare un giro su Pottermore, appunto, oppure su Potterpedia per scoprire le stesse cose in forma completamente gratuita. Non voglio essere venale a tutti i costi, però mi sembra solo ed esclusivamente una trovata commerciale. Carino, ma si può tranquillamente non comprarlo.

Non so come siano gli altri due libri della serie Pottermore Presents, li ho nel mio Kobo e li leggerò quanto prima, ma francamente spero dicano qualcosa di nuovo, qualcosa che ancora non so, perché frequentando Pottermore molto spesso non vorrei rileggere cose che conosco già.

In ogni caso voglio dare quattro cuoricini su cinque perché mi rendo conto che, per chi non ha un account sul sito, si tratta di bellissimi capitoli estremamente interessanti e piacevoli da scorrere.

Nessun commento:

Posta un commento